Hai una domanda?

Non esitare a contattarmi!

STRESS E STANCHEZZA STAGIONALE

Posted By lanfree in news
marzo / 25 / 2016

 

1 2

Lo stress è un problema che interessa sempre di più il mondo occidentale, anche bambini e ragazzi in età scolare. La condizione di stanchezza è associata spesso ad uno stato globale di debilitazione caratterizzato sia da una netta diminuzione della forza muscolare che della capacità di concentrazione intellettive.La presenza di stress fisici e psichici quotidiani e che tendono a protrarsi per lunghi periodi possono generare dei sintomi caratteristici tali da definire lo stress psicofisico una vera e propria “sindrome”.Nel contesto di quest’ultima sono comunemente identificabili :
-Diminuita resistenza alla fatica
-Maggior difficoltà di concentrazione
-Comparsa o esacerbazione di cefalea
-Alterazioni del tono dell’umore ad impronta depressiva
-Riduzione delle difese immunitarie
CHE FARE?
Una volta escluse le cause note di astenia ,quale ad esempio l’ipotiroidismo ,un provvedimento senz’altro sempre appropriato è quello relativo all ‘adozione di uno stile di vita sano accompagnato dall’uso di rimedi di origine naturale distinti in alimenti nutraceutici o piante definite adattogene. Un nutraceutici è un “alimento – farmaco “che associa a componenti nutrizionali le proprietà curative di principi attivi naturali estratti da vegetali di comprovata e riconosciuta efficacia. Tra le sostanze considerate più efficaci nei confronti dell ‘ astenia ricordiamo:
-L’ACIDO ASCORBICO O VITAMINA C
Questa vitamina assorbita per via orale è dotata di rilevanti proprietà antiossidanti, favorisce la corretta funzione del sistema immunitario ,promuove il trofismo tissutale,favorisce l’integrità vasale delle arterie sia di calibro maggiore che minore.Il fabbisogno quotidiano di vitamina C è di circa 60 mg al giorno ed è possibile una carenza relativa nel soggetto che non usi un congruo quantitativo quotidiano di frutta e verdura.
-LA CREATINA
La creatina è un composto intermedio dei processi metabolici preposti alla produzione di energia. È fondamentale per l’attività muscolare. La creatina è prodotta dal fegato a partire dagli aminoacidi arginina,metionina e glicina.E’ presente in discreta quantità nel pesce e nella carne e il suo fabbisogno è coperto sostanzialmente dalla sintesi endogena. Ovviamente il fabbisogno di creatina diviene maggiore in condizioni di stress psicofisico e perciò può essere utile una supplementazione di creatina nell’ordine di 1 g al giorno.
– LA FITOTERAPIA
Le piante fitoterapiche che possono offrire un valido aiuto vengono definite adattogene. Un adattogeno, secondo la definizione data da Brekhman ,dovrebbe offrire in modo aspecifico una resistenza verso stimoli o fattori di stress e allo stesso tempo agire da stabilizzatore/normalizzatore generale senza indurre effetti indesiderati.Tra le droghe ad azione adattogene le più conosciute sono:
-Il Ginseng

3

La droga è rappresentata dalle radici (di almeno 6 anni)che dopo la raccolta viene essiccata in vario modo. Il tipo riconosciuto come officinale dalle Farmacopee Europee è quello bianco.La radice di ginseng contiene principalmente delle saponine triterpeniche denominate ginsenosidi. Le attività farmacologiche che sono state ipotizzate sono numerose e variano dalla stimolazione del sistema nervoso centrale, alla modulazione del sistema immunitario e dagli effetti metabolici a quelli antitumorali. È consigliabile utilizzare estratti standardizzati in ginsenosidi e la posologia consigliata è di 20-25mg /die per non più di due mesi consecutivi. Gli effetti collaterali quali tachicardia, insonnia,ipertensione si presentano solo a seguito di dosaggi elevati.
-Eleuterococco Senticosus

4

L’Eleuterocco Senticosus è conosciuto come ginseng siberiano per le sue proprietà simili al ginseng .Il Ginseng Siberiano agisce sul sistema immunitario stimolando la produzione di linfociti, aumenta i livelli di ossigeno, abbassa i livelli di glicemia e colesterolo e facilità la circolazione sanguigna. Le sostanze attive di questa pianta sono concentrate nelle radici e in parte anche nelle foglie e sono costituite da una miscela di eleuterosidi,steroli,glucosidi,cumarine,acidi fenolici e saponine che rende L’Eleuterocco un elisir di lunga vita in grado di stimolare il metabolismo ed equilibrare l’energia. È consigliabile utilizzare l’estratto secco titolato in eleuterosidi >1% pari a 100-200mg per tre volte al giorno. Ne è sconsigliato l’uso nei soggetti ipertesi,nei bambini sotto i 12 anni,nelle donne in gravidanza e che allattato.

-LA Rhodiola Rosea

5

La Rhodiola Rosea è una pianta originaria del nord Europa. Studi recenti hanno dimostrato che la rhodiola accorcia il tempo di recupero muscolare dopo intenso esercizio fisico in parte perché aumenta la sintesi di proteine e in parte perché favorisce la penetrazione del glucosio nelle cellule aumentano i livelli di ATP (adenosintrifosfato)e CP (creatinfosfato).Inoltre aumenta i livelli plasmatica di beta endorfine il che aiuta ad attenuare le modificazioni ormonali che si verificano nel corso dello stress psicofisico. Nella pratica clinica si utilizza l’estratto secco idroalcolico della radice di rhodiola titolato al 3% di rosavin il principio attivo più importante. L’utilizzo di Rhodiola è sconsigliata negli soggetti che soffrono di ipertensione, sovraeccitabilita’ e stati febbrili.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

2